23 set 2018


Benvenuti a tutti!

Brezsny chi? è un blog che nasce per raccogliere i consigli astrologici settimanali di Astri & DisAstri

Che nome lungo, direte voi, non facevi prima a chiamarlo oroscopo? 

Sicuramente si, ma 'sta storia dell'oroscopo è sempre un pò controversa e lo scopo dell’oroscopo non dovrebbe essere quello di influenzare le persone o fare previsioni.

Prendendo in prestito le parole che Rollo May utilizza per parlare del counseling, scopo dell'oroscopo, e dell'astrologia in generale, è quello di lanciare alcune ‘suggestioni’ non con la speranza - Dio ce ne guardi bene! - che qualcuno le utilizzi come farebbe con delle tavole matematiche, ma con l’aspettativa che le suggestioni date si incontrino in maniera creativa con le tendenze già presenti nella mente del lettore, dando luogo a un'introspezione e, magari, comprensione di sé, che sarà unicamente frutto del suo ingegno. 


Scopo di questo oroscopo è dunque quello di rendere più consapevoli, in modo da permettere a ciascuno  di noi di riflettere su se stesso e sulle proprie dinamiche, e darci la possibilità di metterle in atto volontariamente ogni qualvolta lo riteniamo necessario, ma anche di limitarle o convogliarle in qualcosa di più creativo qualora risultassero controproducenti. L’obiettivo ultimo di questo oroscopo è portare noi tutti ad essere dei buoni osservatori. Di noi stessi e del mondo.  

Se il non-oroscopo di Brezsny chi?? dovesse piacervi, condividetelo! E poi suggerite, commentate e... siate generosi! Bentrovati!

ARIETE - 23/29 settembre 2018

Eloise Klein Healey ha detto che la poesia è un modo di vivere. Penetra l’essenza delle cose. Molte persone non amano la poesia. Non la capiscono per lo più. E la trovano noiosa. O insensata. E in effetti è vero, non è facile leggerla. Ma il punto è che la poesia si trova ovunque, sotto forme disparate, non solo nella sequenza rimata delle parole di Pascoli. Tutto ciò che evoca, che parla al cuore, un paesaggio, un quadro, la visione di una persona cara, è poesia. È la potenza e l’impatto sulla nostra anima che eleva un gesto comune, un semplice oggetto, a poesia. Cari Arieti, vi invito a rendere poesia quante più cose nel corso della vostra giornata. Penetrate l’essenza delle cose.

Esercizio: osservata per cinque minuti al giorno, con vero interesse, un oggetto di uso comune. 

TORO - 23/29 settembre 2018

Cari Toro, adottate l’ottica del narratore, quello che vede le cose dall’alto e non è interessato ai risultati. Permettete a ognuno dei vostri personaggi interiori, che sono molti anche se non lo sapete, di esprimersi e presentarsi a tutto tondo. Applicatevi per risolvere qualunque possibile conflitto, seguendo il principio del rispetto reciproco e della conciliazione degli opposti che fa’ si che non ci sia un perdente ma tutti siano soddisfatti. E se vedete che una parte di voi tende a prendere il sopravvento, bullizzando le altre, adoperatevi per rimetterla al suo posto.

Esercizio: cercate 10 modi di dire relativi alla gentilezza.

GEMELLI - 23/29 settembre 2018

Non sempre l’ordine è il criterio per stabilire il significato delle cose. Non c’è sempre una precisa cronologia da seguire. Soprattutto quando si tratta di creatività (o della nostra vita) si può cominciare dal centro, o dalla fine anziché dall’inizio. Cari Gemelli, non lasciatevi limitare dall’ordine costituito del ‘come si fanno le cose’, come ci si aspetta che vengano fatte o dal si è ‘sempre fatto così’. Quando si parla della vostra vita siete gli unici con voce in capitolo e potete rompere tutte le regole che volete e crearne di altrettante nuove o non seguirne affatto.

Esercizio: leggete l’ultima pagina di un libro scelto a caso.

CANCRO - 23/29 settembre 2018

Se non riusciamo a immaginare e sentire l’esperienza dell’altro, del diverso da noi, non comunichiamo e non siamo collegati a livello vitale col nostro prossimo. Non c’è niente di più alienante che accorgersi che, malgrado i nostri sforzi, si è parlato soltanto con, o, di se stessi. Cari Cancro, comprendere gli altri-fuori-di-noi non è diverso dallo scoprire la natura degli altri-dentro-di-noi, e richiede cura e attenzione. Ne siete capaci?

Esercizio: osservate 12 ore diurne di silenzio.

LEONE - 23/29 settembre 2018

In Per un teatro povero, il regista polacco Grotowski distingue due modi di fare scultura. Il primo è creare un’armatura di base su cui aggiungere. Il secondo è prendere il blocco di pietra o di legno e lavorarvi di scalpello. Quando istruiva gli attori, Grotowski usava il secondo. Per lui studiare non significava aggiungere dati a ciò che si sa; al contrario, significava togliere il superfluo e arrivare all’essenza. Cari Leone, basta aggiungere. Dedicatevi all’essenza.

Esercizio: andate a vedere la Pietà di Michelangelo. 

VERGINE - 23/29 settembre 2018

Si può essere allo stesso tempo sfacciati ed ermetici, ed essere stretti tra l’ardore di rivelare e l’imperativo di nascondere. L’attrito tra queste due tendenze contrastanti in effetti, può generare un’opera d’arte. Le forme pre-costituite dell’essere, i condizionamenti, non contengono questo paradosso ma lasciano fuori gran parte di ciò che veramente conta. Cari Vergine, è l’essenza stessa del dilemma che, in ultima analisi, può dare vita alla vostra opera: voi.

Esercizio: inventate dei rebus o dei quiz relativi alla vostra famiglia da sottoporre alla vostra famiglia.

BILANCIA - 23/29 settembre 2018

Intraprendere un cammino evolutivo equivale a intraprendere un viaggio all’interno di se stessi. E significa esser circondati da tutte le resistenze e i terrori che accompagnano ogni seria ricerca. Nel momento in cui si superano le resistenze della propria ignoranza e la paura delle conseguenze di quanto la nuova conoscenza può portare, si entra in un processo in cui il sé autentico progressivamente si distingue e si libera dal sé falso. Cari Bilancia, non ostacolate questo processo; so che può far paura: scoprire la vastità di ciò che siamo, andare oltre l’identità nota è terrificante. Tuttavia non è ragione sufficiente per rinunciare alla scoperta.

Esercizio: rimediata la mappa di un luogo che vi piacerebbe visitare stendetela a terra e camminateci sopra.

SCORPIONE - 23/29 settembre 2018

Cos’è la bellezza? La  bellezza si ha quando una cosa è autenticamente e totalmente se stessa. Ma perché una cosa venga espressa in tutta la sua interezza, si dovrà, necessariamente, rinunciare a qualsiasi forma di camuffamento, maschera o amputazione. È mia opinione che il criterio ultimo di valutazione di qualunque cosa a questo mondo, sia l’autenticità. L’autenticità equivale a libertà. Ma la libertà implica sempre responsabilità. Cari Scorpioni, siate bellissimi. Responsabilmente e coraggiosamente bellissimi.

Esercizio: realizzate una maschera da indossare per 10 minuti. Poi strappatevela di dosso e fatela a pezzi.

SAGITTARIO - 23/29 settembre 2018

Quali sono i doni che ci sono stati dati? Negare di possederli è forse indulgere a una falsa umiltà che ci consente di sottrarci alla nostra responsabilità nei confronti del dono. Ma il dono rappresenta un dovere sacro. Ci chiede di accettarlo e di diventarne temporaneamente custodi. Ci chiede di svilupparlo e quindi di passarlo agli altri. Cari Sagittario, oggi vi chiedo: state onorando come si deve i doni che vi sono stati elargiti? State facendo del vostro meglio o indugiate nel piccolo, nel facile, nel troppo noto? Senza sconfinare nella presunzione, riconoscete i vostri talenti e poi chiedetevi: cosa ne sto facendo?

Esercizio: fate una lista delle 5 volte in cui vi siete sentiti più soddisfatti. E una lista delle 5 occasioni in cui avete ricevuto più riconoscimento e elogio dagli altri anche se a voi non sembrava di aver fatto granché. 

CAPRICORNO - 23/29 settembre 2018

Se non sappiamo rinunciare alla nostra sofferenza è perché questa fa parte di noi e per suo mezzo noi ci creiamo un’identità. Ma a volte la storia e la relativa sofferenza a cui siamo attaccati non sono più fidate. Se glielo consentiamo, possono anche intrappolarci. Possono diventare un’abitudine, un meccanismo senza uscita. Invece di plasmarla ed espanderla, possono smembrare e rimpiccolire la nostra vita. Si può essere altrettanto zelanti nel crearsi una storia falsa quanto nello scoprire quella autentica. Cari Capricorno, attaccarvi a una storia fasulla equivale a scegliere una vita che non ha niente a che fare con quella che realmente vi appartiene.

Esercizio: immagina di essere alla fine dei tuoi giorni. Senza pensare e senza esitare, ferma la storia che hai vissuto in cinque frasi.

ACQUARIO - 23/29 settembre 2018

Ingaggiare un dialogo col nostro ‘critico interiore’, ad alta voce o magari prendendo carta e penna, può dare fruttuosi risultati. Cari Acquario, cominciate col porgere i vostri saluti, e create un rapporto con questa parte di voi troppo rigida. Trattatelo con gentilezza ma siate risoluti: anche lui avrà le sue buone ragioni ma non deve intralciarvi, per cui chiedetegli di non farlo, magari promettendogli qualcosa in cambio, come si fa coi più prepotenti. Negoziate. Ma non lasciate che vi metta i bastoni tra le ruote.

Esercizio: imitate un pugile e poi una ballerina classica, alternando i due movimenti.

PESCI - 23/29 settembre 2018

Cari Pesci, chi siamo si riflette molto in ciò che vediamo e in ciò che non vediamo. Dunque vi chiedo: che cosa vi è sfuggito oggi? Quali parti della vostra vita vi siete persi, per astrazione, distrazione o preoccupazione? Vi esorto a diventare consapevoli dei minuti dettagli di cui si compone il già noto perché da ciò che vi fate sfuggire potete conoscere voi stessi. Spesso, in quello che abbiamo ignorato c’è la sostanza stessa della nostra vita.

Esercizio: a fine giornata scrivete su un taccuino ciò che avete visto e anche ciò che non avete visto.