16 set 2018


Benvenuti a tutti!

Brezsny chi? è un blog che nasce per raccogliere i consigli astrologici settimanali di Astri & DisAstri

Che nome lungo, direte voi, non facevi prima a chiamarlo oroscopo? 

Sicuramente si, ma 'sta storia dell'oroscopo è sempre un pò controversa e lo scopo dell’oroscopo non dovrebbe essere quello di influenzare le persone o fare previsioni.

Prendendo in prestito le parole che Rollo May utilizza per parlare del counseling, scopo dell'oroscopo, e dell'astrologia in generale, è quello di lanciare alcune ‘suggestioni’ non con la speranza - Dio ce ne guardi bene! - che qualcuno le utilizzi come farebbe con delle tavole matematiche, ma con l’aspettativa che le suggestioni date si incontrino in maniera creativa con le tendenze già presenti nella mente del lettore, dando luogo a un'introspezione e, magari, comprensione di sé, che sarà unicamente frutto del suo ingegno. 


Scopo di questo oroscopo è dunque quello di rendere più consapevoli, in modo da permettere a ciascuno  di noi di riflettere su se stesso e sulle proprie dinamiche, e darci la possibilità di metterle in atto volontariamente ogni qualvolta lo riteniamo necessario, ma anche di limitarle o convogliarle in qualcosa di più creativo qualora risultassero controproducenti. L’obiettivo ultimo di questo oroscopo è portare noi tutti ad essere dei buoni osservatori. Di noi stessi e del mondo.  

Se il non-oroscopo di Brezsny chi?? dovesse piacervi, condividetelo! E poi suggerite, commentate e... siate generosi! Bentrovati!

ARIETE - 16/22 settembre 2018

Ogni dolore è sempre il risultato di un’azione aggressiva,” scrivono gli psicoterapeuti Dethlefsen e Dahlke. “Se io dò libero corso alla mia aggressività e la scarico su un altro, è la mia vittima che sente dolore. Se domino l’impulso aggressivo, questo si ritorce contro di me e sono io che avverto il dolore (autoaggressività). Chi ha dei dolori, dovrebbe sempre chiedersi a chi in realtà essi erano rivolti.” Cari Ariete, voi come affrontate i vostri dolori? Vi invito a verificare che non abbiate questioni irrisolte che vi causino un’aggressività mal espressa. Anche un piccolo dolore, può essere un grande alleato nella comprensione.

Esercizio: dipingetevi la faccia di verde e interpretate l’incredibile Hulk.

TORO - 16/22 settembre 2018

Il poeta persiano Saˁdi ha scritto: “Severità che passa i limiti, apporta irritazione, e bontà intempestiva fa perdere il rispetto. Non mostrarti tanto duro e severo che la gente abbia da stancarsi di te, ma non mostrarti tanto dolce che la gente tenti poi di sopraffarti.” Cari Toro, non siate troppo accondiscendenti, affinché le persone non si approfittino, ma fatte attenzione ai colpi di testa. E’ possibile difendersi senza irritarsi. Quando ci irritiamo è perché temiamo di non essere abbastanza forti da saperci proteggere. Usate la vostra irritazione per capire dove stanno facendo breccia.

Esercizio: riempito un lavandino d’acqua e lasciatelo così tutta la notte.

GEMELLI - 16/22 settembre 2018

Proust diceva che l’abitudine è, fra tutte le piante umane, quella che ha meno bisogno di un suolo nutritivo per vivere e la prima a spuntare sulla roccia apparentemente più desolata. E’ anche quella che più inibisce la nostra capacità di meravigliarci. Cari Gemelli, se vi sembra di essere caduti in un vortice di abitudine in cui tutti ha un po’ perso di significato e la ruota gira senza approdare ad alcunché, vi invito a fermarvi. Fermate la ruota, scendete, fate un bel po’ di passi indietro e guardate il punto in cui stavate da lontano. E ora chiedetevi: è proprio lì che voglio stare?

Esercizio: entrate in un negozio di animali. 

CANCRO - 16/22 settembre 2018

“Credo che in ogni vero amore ci sia una tale misura di aggressività latente nascosta nel legame, che quando questo legame si spezza avviene quell’orribile fenomeno che chiamiamo odio. Nessun amore senza aggressività, ma anche nessun odio senza amore!” Konrad Lorenz. Cari Cancro, vi invito ad esaminare con cura i vostri sentimenti di amore e odio per definire con maggior accuratezza dove inizia l’uno e finisce l’altro. Forse a un certo punto vi siete persi.. ma c’è sempre tempo ritrovarsi. L’unica bussola attendibile, nella ricerca della verità, è un’indomabile volontà e una ferrea onestà verso se stessi.

Esercizio: scrivete una breve lettera d’amore e una di accusa per la stessa persona.

LEONE - 16/22 settembre 2018

Lo so siete irritati, lo capisco. Avete perso alleati, compagni, certezze. E una certa irritazione bussa alla porta con crescente insistenza. Alcuni non se ne saranno neanche accorti ancora ma qualcosa sta cambiando e, prima che vi spaventiate, è bene che cambi. Tanto, che lo vogliate o no, le cose vanno come devono andare ma questo, lungi dal farvi sentire impotenti, deve motivarvi ancora di più nella vostra fermezza di affrontare le cose. Forse non siete al comando del cambiamento ma potete sfruttare il vento che gira per scegliere una nuova destinazione. Scegliete dove volete andare non lasciate che siano le circostanze a decidere per voi.

Esercizio: studiate l’arte del judo.

VERGINE - 16/22 settembre 2018

Il filosofo svizzero Henri Fréderic Amiel ha detto: “La nostra vera storia non è quasi mai decifrata da altri. La parte principale del dramma è un monologo, o meglio un dibattito intimo tra Dio, la nostra coscienza, e noi stessi. Lacrime, dolori, depressioni, delusioni, irritazioni, buoni e cattivi pensieri, decisioni, incertezze, deliberazioni: tutto questo appartiene al nostro segreto, e sono quasi tutti incomunicabili e intrasmissibili, anche quando cerchiamo di parlare di loro.” Leggendo questo brano è possibile sentirsi pervasi da un grande senso di solitudine eppure io credo che pensare a questo potrebbe condurre a un più alto senso di compassione. Cari Vergine, sapendo che la vostra storia è un segreto indecifrabile, mettete più impegno nel tentare di accogliere, senza giudizio, quella degli altri, così che la gentilezza e la compassione sopperiscano là dove la comprensione fallisce.

Esercizio: tenete un diario segreta per tutta la settimana. 

BILANCIA - 16/22 settembre 2018

Aleister Crowley, nato sotto il vostro segno, ha scritto: “È un terribile errore lasciare ristagnare qualsiasi impulso naturale, fisico o mentale. Sopprimetelo, se volete, e liberatevene o realizzatelo, e toglietevelo di torno, ma non consentitegli di restare lì a putrefare.” Cari Bilancia, è la fine del controllo. I nostri impulsi hanno un significato, ignorarlo non porta niente di buono. Potete razionalizzare quanto volete ma alla fine della fiera essi saranno sempre lì, espressi o latenti. E se pensate che da latenti siano meno potenti.. bè, ne riparleremo. Io vi suggerisco di ascoltarli e trovare un modo creativo di esprimerli.

Esercizio: mettete una cosa viva, come un pezzetto di lattuga dentro un barattolo e ignoratela per 7 giorni. 

SCORPIONE - 16/22 settembre 2018

L’essere contenti di tutto – diceva Nietzsche – in modo da avere gusto per tutte le cose: non è il migliore dei gusti! Io onoro le lingue e gli stomaci ritrosi e schifiltosi, che hanno imparato a dire ‘io’ e ‘sì’ e ‘no’.” Cari Scorpioni, non vi accontentate. Sappiate riconoscere ciò che vi piace e ciò che non vi piace e cercate di assicurarvi quello che vi piace. In alcune occasioni accontentarsi è un pregio ed è indispensabile, ma non è dovremmo farne uno stile di vita. Sappiate dire di no, se necessario, ricordando però che i gusti nel tempo possono cambiare. Siate pronti a riconoscere che quello che prima vi soddisfaceva ora potrebbe non farlo più.

Esercizio: mettete di fronte a voi 6 tra i vostri cibi preferiti. Assaggiate e stilate una classifica.

SAGITTARIO - 16/22 settembre 2018

Nelle brutte nottate, giunge un momento in cui si cessa di agitarsi, in cui si depongono le armi: segue una pace, trionfo invisibile, ricompensa suprema dopo le angosce che l'hanno preceduta. Accettare è il segreto dei limiti. Niente eguaglia un lottatore che rinuncia, niente vale l'estasi della capitolazione...” Emil Cioran. Cari Sagittario, deponete le armi e smettete di agitarvi. La quiete porterà la ricompensa. Forse non oggi, non domani, ma presto. Ma ricordate che la ricompensa non sempre veste in panni familiari. Potrebbe sorprendervi.

Esercizio: sotterrate un coltello.

CAPRICORNO - 16/22 settembre 2018

L'uomo che insiste nel vedere con perfetta chiarezza prima di decidere, non decide mai. Accetta la vita, e dovrai accettare i rimpianti,” ha scritto il filosofo Henri Fréderic Amiel. Cari Capricorno, la perfezione non è di questo mondo e il nostro concetto di giusto e sbagliato è sempre soggetto a cause e condizioni cambiando le quali cambia anche la scala di riferimento. Per questo vi invito a sospendere i giudizi e coltivare il coraggio di compiere scelte che potrebbero essere sbagliate giacché non lo saprete finché non le avrete fatte. E anche allora, ciò che appare non necessariamente è. Solo il tempo e la prospettiva potranno darci una risposta. L’unica risposta per il presente è il coraggio di accettare l’eventualità di un rimpianto.

Esercizio: fate una lista dei vostri rimpianti e dei vostri rimorsi.

ACQUARIO - 16/22 settembre 2018

Energia, forza, vitalità, rabbia, irritazione, aggressività, fermezza, determinazione, sono tutti associabili a Marte, pianeta che abiterà nel vostro segno nelle prossime settimane. È come se vi fosse dato uno zainetto pieno di strumenti da usare. Potrete estrarre un po’ di rabbia, un’insolita irritazione, che vi serviranno per intuire quali ferite dovete ancora leccare. Oppure sceglierete la forza e la determinazione per portare a termine qualcosa, prendere quella famosa decisione? O forse la rabbia vi irriterà abbastanza da darvi la fermezza di mettervi in moto, di fare qualcosa che andava fatto. Comunque vada, ricordate che ognuno di questi strumenti è collegato agli altri, quindi sarà meglio non disprezzarne alcuno.

Esercizio: scegliete uno o più termini tra guerra, duello, pioggia, tuono e fertilità e scrivetevelo sulla pelle.

PESCI - 16/22 settembre 2018

Nella serie I Simpson, Ralph dice: “Da grande voglio essere proprio come me.” Cari Pesci, fate come Ralph e impegnatevi a voler essere proprio come siete più che sforzarvi a voler diventare quello che non siete. Naturalmente non vi sto suggerendo di rimanere statici, potete e dovete lavorare per crescere e migliorare ma sempre e solo nella direzione che è più affine alla vostra natura. Il vostro compito è diventare la versione migliore di voi stessi.

Esercizio: fatevi un autoritratto.