26 mag 2019


Benvenuti a tutti!

Brezsny chi? è un blog che nasce per raccogliere i consigli astrologici settimanali di Astri & DisAstri

Che nome lungo, direte voi, non facevi prima a chiamarlo oroscopo? 

Sicuramente si, ma 'sta storia dell'oroscopo è sempre un pò controversa e lo scopo dell’oroscopo non dovrebbe essere quello di influenzare le persone o fare previsioni.

Prendendo in prestito le parole che Rollo May utilizza per parlare del counseling, scopo dell'oroscopo, e dell'astrologia in generale, è quello di lanciare alcune ‘suggestioni’ non con la speranza - Dio ce ne guardi bene! - che qualcuno le utilizzi come farebbe con delle tavole matematiche, ma con l’aspettativa che le suggestioni date si incontrino in maniera creativa con le tendenze già presenti nella mente del lettore, dando luogo a un'introspezione e, magari, comprensione di sé, che sarà unicamente frutto del suo ingegno. 


Scopo di questo oroscopo è dunque quello di rendere più consapevoli, in modo da permettere a ciascuno  di noi di riflettere su se stesso e sulle proprie dinamiche, e darci la possibilità di metterle in atto volontariamente ogni qualvolta lo riteniamo necessario, ma anche di limitarle o convogliarle in qualcosa di più creativo qualora risultassero controproducenti. L’obiettivo ultimo di questo oroscopo è portare noi tutti ad essere dei buoni osservatori. Di noi stessi e del mondo.  

Se il non-oroscopo di Brezsny chi?? dovesse piacervi, condividetelo! E poi suggerite, commentate e... siate generosi! Bentrovati!

ARIETE - 26 maggio/1 giugno 2019


Cari Ariete, la guarigione richiede un’unica grande arma: la consapevolezza di sé. Sapere chi siamo, ammettere chi siamo (ossia venire a patti con tutto ciò che di noi non vorremmo sapere e sentire) significa divenire invincibili. Fintanto che siamo nella condizione di dover nascondere e nasconderci parti di noi, allora saremo vulnerabili perché è come avere dei punti ciechi che un altro può vedere e attaccare, e poiché sono ciechi, lì non avremo messo difese. La coscienza della nostra interezza, fatta di luci e ombre, ci rende inattaccabili. Cominciate la vostra impresa di integrazione delle parti nascoste.

Esercizio: prendete un blocchetto e chiedete a degli amici di scrivere un vostro difetto senza che voi lo leggiate e lasciate a lui il foglietto. Poi prendete una matita e passatela leggermente sul foglio che stava sotto a quello su cui l’amico a scritto il vostro difetto.

TORO - 26 maggio/1 giugno 2019

Cari Toro, questa settimana ho per voi una poesia di Kahlil Gibran: “Mi sento come un campo seminato nel cuore dell’inverno – scrive Gibran – e so che la primavera sta arrivando. I miei ruscelli prenderanno a scorrere e la piccola vita che dorme in me salirà in superficie al primo richiamo.” Anche di voi penso che siate campi seminati nell’inverno e anche se la primavera quest’anno sembra tardare ad arrivare sarà comunque impossibile fermarla. Risvegliate la vita che dorme e i ruscelli prenderanno a scorrere.

Esercizio: piantate un seme esprimendo un’intenzione.

GEMELLI - 26 maggio/1 giugno 2019

Cari Gemelli, vi invito a riflettere sulla vostra capacità di esprimere i vostri bisogni. Siete dei grandi comunicatori, ciarlieri persino, ma quando si tratta di parlare di ciò di cui avete bisogno siete sicuri di saperlo fare? A nessuno piace ricevere rifiuti per questo molti preferiscono rinunciare a chiedere, per risparmiarsi la delusione. Io vi invito a prendervi questa responsabilità perché i nostri bisogni sono solo un nostro onere e non possiamo aspettarci che sia qualcun altro a farsene carico. Capire questo fa la differenza tra l’essere fanciulli e il diventare adulti.

Esercizio: fate un elenco delle persone con cui siete più a vostro agio chiedere e quelle con cui non lo siete.

CANCRO - 26 maggio/1 giugno 2019

Seneca ha detto: “La ragione vuol prendere la decisione giusta, l’ira vuole che sembri giusta la decisione che ha già preso in partenza.” Cari Cancro, riflettete con attenzione a quale delle due affermazioni sentite di appartenere. Nulla di male se fosse la seconda ma vi sarà utile per fare chiarezza e lavorare su una possibile rabbia con cui vi state confrontando. Seguendo la rabbia in senso inverso, ossia non verso dove è diretta ma da dove parte, si possono trovare risposte inaspettate e soluzioni definitive.

Esercizio: disegnate due persone su due fogli, oppure prendete due bambole o due pupazzi, battezzateli uno Ragione l’altro Ira, ora fateli parlare mettendo in scena un dialogo fra i due. 

LEONE - 26 maggio/1 giugno 2019

Scrive Michel Quoist: “La ferita che si nasconde senza volerla curare per millanteria, o per falso pudore, si infetta e si allarga. Bisogna invece esaminarla e curarla. Se tu sei «ferito» nella tua sensibilità da un rimprovero, da una indelicatezza, da una infedeltà, da uno scacco... non arrossire della tua emozione che non è vergognosa, non fare il «duro» negandola, perché non è una debolezza, non passarle accanto con disprezzo, perché essa ha la sua importanza. Scopri con franchezza la piaga, cercane la causa: potrai, allora, curarti.” Cari Leone, è tempo di guarigione ma voi dovrete fare il vostro.

Esercizio: individuate il punto simbolico del vostro corpo che rappresenti una ferita che sentite, metteteci un cerotto. 

VERGINE - 26 maggio/1 giugno 2019

Pare che Gabriele D’Annunzio avesse un motto: Cum lenitate asperitas ossia le difficoltà vanno trattate con dolcezza. La poetessa Rupi Kaur dice che essere teneri è essere potenti. A tal proposito cari Vergine, questa settimana vi invito a compiere atti di estrema dolcezza. Siate amabili, delicati, soavi. Muovetevi con leggiadria abbandonando ogni asperità o tendenza alla critica. Incarnate lo spirito della benevolenza e della tenerezza. Ciò richiederà il colossale sforzo di sospendere ogni giudizio.

Esercizio: portate con voi, per tutta la settimana, bustine di zucchero.

BILANCIA - 26 maggio/1 giugno 2019

Cari Bilancia, avete mai pensato di mettervi al servizio di una causa più grande? Un progetto che non abbia come obiettivo la sola gratificazione personale? Se la risposta è si, vi invito a passare dal pensiero all’azione. Se la risposta è no, vi invito a rifletterci con attenzione: è possibile che siate chiamati a qualcosa di più grande di quello che avete sempre pensato? Io dico di si. E vi dico anche: uscendo dal piccolo orto della propria autoreferenzialità e cessando di vedere gli altri solo come specchi di sé, ci si imbatte in persone interessanti e si vivono vere e proprie avventure.

Esercizio: prendete uno specchio e copritelo con un pezzo di stoffa. Lasciatelo coperto in bella vista.

SCORPIONE - 26 maggio/1 giugno 2019

Cari Scorpione, se pensate di non essere egocentrici credo abbiate preso un granchio. Certo non siete il tipo al centro della sala che balla sul tavolo ma non tollerate di essere ignorati e avete un modo tutto vostro di farvi notare, magari assentandovi. Il bisogno di attenzioni e di sentirsi importanti è legittimo e naturale e non dovremmo vergognarcene. Il problema sorge quando nel tentativo di nasconderlo cerchiamo di attirare l’attenzione in maniera indiretta spesso con risultati discutibili. Per questo vi invito ad ammettere con voi stessi la vostra percentuale di egocentrismo, riconoscerla potrebbe farvi rivalutare un gran numero di cose interessanti.

Esercizio: pensate alla persona più egocentrica che conoscete e elencate le cose di lei che vi danno fastidio. Poi fate una lista dei suoi pregi. 

SAGITTARIO - 26 maggio/1 giugno 2019

Spesso cerchiamo un ‘senso’. Cerchiamo un significato a quello che ci capita, ma il significato non è qualcosa che si trova è qualcosa che si dà. È compito nostro attribuire un significato a quanto capita. Gli eventi, di per sé, sono neutri siamo noi a immagazzinarli con un segno meno o più, a seconda di come li abbiamo vissuti. Cari Sagittario, vi invito a smettere di cercare un senso e cominciare a darlo. Voi e solo voi potete decidere che significato attribuire a ciò che vi accade.

Esercizio: cercate tra i vostri amici il più ottimista e il più pessimista. Raccontate loro un fatto che vi è accaduto e ascoltate le loro risposte senza intervenire. 

CAPRICORNO - 26 maggio/1 giugno 2019

Quando siamo distratti, assenti, fra le nuvole, quando ci dimentichiamo le cose, non riusciamo a concentrarci e la nostra mente non sembra reattiva come al solito, non è detto che sia sempre un male. A volte l’universo ci chiede di smettere di pensare e metterci a sentire. Perché se è vero che molte cose possono essere capite con la mente è altrettanto vero che alcune cose possono essere solo com-prese e non capite. A dire che a volte è inutile ragionare, bisogno solo sentire, percepire. Cari Capricorno provate a stare nel senza sforzarvi di capire e vedete cosa succede.

Esercizio: state un giorno intero senza mai pronunciare la parola ‘perché’.

ACQUARIO - 26 maggio/1 giugno 2019

Avete presente quelle giornate nate storte in cui niente fila liscio? Chi non vorrebbe evitarle? Chi non vorrebbe una sfera di cristallo che gli dica: guarda oggi non è giornata restatene a casa, se ne riparla domani. Eppure credete davvero che sarebbe un bene? Cari Acquario, a nessuno piacciono i contrattempi eppure hanno un ruolo fondamentale: testano la nostra inventiva, rafforzano la nostra motivazione e ci offrono la possibilità di praticare una virtù fondamentale: la pazienza. Ogni volta che le cose dovessero non andare secondo i vostri piani, vi esorto a ricordavi queste tre verità fondamentali e a praticare l’arte di apprezzare il contrattempo.

Esercizio: prendete un’agendina e strappatene le pagine.

PESCI - 26 maggio/1 giugno 2019

Seneca ha detto: “Dobbiamo vivere con persone assai tranquille e affabili e nient’affatto ansiose e scontrose; siamo portati a prendere il carattere di chi vive con noi, e come certe malattie del corpo si trasmettono per contagio, così l’animo trasmette i suoi difetti a chi gli sta vicino.” Cari Pesci, vagliate con saggezza le persone di cui circondarvi. È un grave ostacolo circondarsi di amici che hanno le nostre stesse ferite ma non il desiderio di guarire. Pertanto scegliete con oculatezza con chi trascorrere il vostro tempo.

Esercizio: prendete la foto di 3 persone a voi care o che ritenete vi facciano bene e tenetele in casa in bella vista.